In Italia ci sono 460.000 imprese con meno di 10 addetti e sotto i 500mila euro di fatturato che rischiano di chiudere causa pandemia.

Stiamo parlando dell’11,5% del totale delle piccole aziende, questi dati corrisponderebbero ad una perdita di fatturato complessivo pari a 80 miliardi di euro e in quasi un milione di posti di lavoro cancellati.

È quanto emerge dal ‘2° Barometro Censis-Commercialisti sull’andamento dell’economia italiana’.

Stando a quanto riferito dai 4.600 commercialisti coinvolti nell’indagine, sarebbero più di 370mila le piccole imprese che hanno subito un crollo di oltre della metà dei ricavi e 415mila quelle che oggi dispongono di meno della metà della liquidità di un anno fa.

Questi gli interventi auspicati dagli intervistati per evitare la sparizione delle realtà imprenditoriali di dimensioni più contenute:

  • Chiarimenti più rapidi 77%;
  • Meno adempimenti 71%;
  • Migliore distribuzione delle risorse 67%;
  • Più efficace combinazione delle misure 61%;
  • Taglio dei tempi di erogazione degli aiuti 58%;
  • Stanziamenti più consistenti 50%.
  • Più chiarezza nei testi normativi 80%;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *