E’ obbligatoria la forma scritta nei contratti stipulati con la pubblica amministrazione?

E’ obbligatoria la forma scritta nei contratti stipulati con la pubblica amministrazione?quali sono gli elementi che stanno a fondamento della responsabilità civile pre_contrattuale della pa?Come va quantificato il relativo danno? i contratti stipulati iure privatorum dalla Pubblica Amministrazione richiedono, a pena di nullità, la forma scritta, in assenza della quale sono nulli e pertanto improduttivi […]

Gara da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa: quali sedute della commissione devono essere pubbliche?

Il codice dei contratti pubblici demanda al futuro regolamento di attuazione la disciplina delle modalità di funzionamento della commissione di valutazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa ma deve comunque valere il principio generale secondo cui la regola della pubblicità delle sedute di gara per la scelta del contraente da parte della pubblica amministrazione è senz’altro inderogabile […]

Affidamento del servizio di consulenza assicurativa

Affidamento del servizio di consulenza assicurativa: obbligo di gara e condanna dell’amministrazione al pagamento del lucro cessante (nel 5% dei caricamenti relativi ai premi assicurativi pagati) Stante il carattere oneroso del servizio di consulenza e collaborazione assicurativa, il suo affidamento è assoggettato ai criteri di aggiudicazione di cui al d.lg. 17 marzo 1995 n. 157.Non […]

Il principio della piena compatibilità del contratto di brokeraggio assicurativo con l’attività contrattuale

Il principio della piena compatibilità del contratto di brokeraggio assicurativo con l’attività contrattuale, anche soggetta ad evidenza pubblica, della pubblica amministrazione deve ormai considerarsi un dato pienamente acquisito, sia in ambito normativo che giurisprudenziale E’evidente l’utilità del servizio che il broker può fornire, di ausilio nella fase precontrattuale alle amministrazioni pubbliche , relativamente all’assistenza nel […]

Alcune precisazioni per il progettista esecutivo e per l’appaltatore

“La progettazione dell’opera pubblica con particolare riferimento ai contenuti del progetto esecutivo” (Art. 16 c.5 (1) della legge 11 febbraio 1994, n.109 e successive modificazioni) Autorità dei lavori pubblici: determinazione n. 4/2001 del 31 gennaio 2001 R/586/00 Premesso Il Comune di Roma ha in corso di realizzazione il nuovo Auditorium, opera di particolare comples­sità, il […]

Anche gli organismi di diritto pubblico devono fare la gara

La normativa comunitaria, al fine di realizzare anche nel settore dei pubblici appalti gli obiettivi della libera circolazione dei beni, delle persone, dei servizi, nonché di salvaguardare la libera concorrenza, ha imposto l’applicazione del modello dell’evidenza pubblica ben oltre il tradizionale limite soggettivo dei contratti stipulati dagli enti pubblici. La procedura di gara, con tutte […]

Differenza fra un appalto di servizi e una concessione di servizi

Anche quando un soggetto pubblico non è direttamente tenuto all’applicazione di una specifica disciplina per la scelta del contraente, il rispetto dei principi fondamentali dell’ordinamento comunitario (ritraibili principalmente dagli articoli 43 e 55 del trattato C.E.), nonché dei principi generali che governano la materia dei contratti pubblici impone all’amministrazione procedente di operare con modalità che […]

lettura unitaria e “sostanzialistica” del certificato camerale

rilevanza indiziaria dei codici ATECO: il Tar adito annulla l’aggiudicazione LA MASSIMA l’iscrizione camerale è assurta a requisito di idoneità professionale [art. 83, comma 1, lett. a), e 3, d.lgs. n. 50/2016], anteposto ai più specifici requisiti attestanti la capacità tecnico professionale ed economico-finanziaria dei partecipanti alla gara di cui alle successive lettere b) e […]