Bond

GARANZIE PER CHI IMPORTA E PER CHI ESPORTA

Il bond è una garanzia autonoma a prima richiesta contenente l’impegno da parte del garante di pagare a semplice richiesta del Beneficiario. Può essere emessa nelle varie tipologie sia a favore di chi esporta (appaltatore) sia a favore di chi importa (committente).

In questa tipologia di garanzia il beneficiario può essere l’acquirente (che stipula il contratto per tutelarsi dal rischio di una mancata esecuzione della fornitura o realizzazione dell’opera), il venditore (che stipula il contratto per tutelarsi contro il rischio di insolvenza) o entrambe le parti che compaiono nella transazione commerciale che stipulano il contratto per tutelarsi ciascuna contro il/i proprio/i rischio/i.

Garanzie a favore dell’appaltatore ovvero di chi esporta o vende

  • Payment Bond ovvero garanzia di mancato pagamento. Con questo tipo di garanzia il fideiussore garantisce il beneficiario (l’esportatore) contro il rischio di mancato pagamento da parte dell’ordinante (importatore) alla scadenza prevista.
  • Stand by Letter of Credit: con questa tipologia di garanzia il creditore/beneficiario riceverà l’importo della fornitura a seguito della presentazione dei documenti previsti (fra i quali vi sarà sempre una dichiarazione di mancato pagamento) nel caso in cui l’ordinante (ovvero il debitore) risulti inadempiente.

Garanzie a favore del committente ovvero l’importatore

  • Bid (o Tender) Bond ovvero garanzia dell’offerta. E’ utilizzata nelle gare d’appalto internazionali per garantire il committente sulla serietà della società che presenta l’offerta e sulla effettiva volontà di sottoscrivere il contratto in caso di aggiudicazione della gara.
  • Performance Bond ovvero garanzia di buona esecuzione. Il fideiussore garantisce il committente della buona esecuzione delle prestazioni previste dal contratto con particolare riferimento alla tempestiva consegna, alla qualità della merce e alla prestazione del servizio.
  • Advance Payment Bond ovvero garanzia di rimborso. Al committente è assicurato il rimborso delle somme anticipate all’appaltatore per le spese d’impianto del cantiere o per l’approntamento della fornitura nel caso in cui questi non porti a compimento i lavori.
  • Retention Money Bond ovvero garanzia di riserva. Il committente di prassi trattiene una percentuale degli importi dovuti per tutelarsi da spese impreviste che potrebbero essere sostenute a causa di difetti occulti. Detti importi saranno pagati a seguito del collaudo positivo. Questo avviene nei contratti aventi come oggetto la realizzazione di fabbricati o l’installazione di impianti, ad ogni step di avanzamento dei lavori. L’appaltatore, presentando il retention money bond, può comunque richiedere il pagamento integrale che assicura il pagamento a prima richiesta da parte del fideiussore delle somme che altrimenti sarebbero state trattenute.
  • Maintenance Bond ovvero garanzia di mantenimento. Il fideiussore con questa tipologia di contratto garantisce un indennizzo al committente nel caso in cui, ad avvenuta ultimazione dei lavori, l’appaltatore abbandoni le opere di cantiere senza provvedere all’eliminazione di tutti i difetti non apparenti.