La giurisdizione amministrativa contabile è completamente autonoma da quella del giudice ordinario

La giurisdizione amministrativa contabile è completamente autonoma da quella del giudice ordinario in quanto i presupposti dell’azione erariale sono collegati al rapporto di servizio interno, intercorrente tra dipendente e Amministrazione di appartenenza e più specificamente alla violazione o meno degli obblighi di servizio con danni alle finanze della P.A.. Merita di essere segnalato il seguente […]

Sul concetto di colpa grave

Sul concetto di colpa grave, merita di essere segnalato il seguente pensiero espresso dalla Corte dei Conti, Sezione III giurisdizionale centrale d’appello, con la sentenza numero 57 dell’ 1 marzo 2007 <E’ pertanto rilevante ai fini del decidere definire alla luce dei recenti orientamenti giurisprudenziali quale condotta dell’agente pubblico possa essere ritenuta improntata a colpa […]

Le mancanze poste in essere nello svolgimento di attività tipiche del direttore dei lavori sono sottoposte al giudizio della Corte dei Conti

Le mancanze poste in essere nello svolgimento di attività tipiche del direttore dei lavori quali quelle della consegna dei lavori, della predisposizione di perizie suppletive, del concordamento di nuovi prezzi e della contabilità degli stessi, nel caso producano un danno alla stazione appaltante, sono sottoposte al giudizio della Corte dei Conti Il direttore dei lavori […]

Danno erariale davanti alla Corte dei Conti: il giudice fa ampio uso del potere riduttivo in presenza di un’assicurazione di responsabilità civile

Danno erariale davanti alla Corte dei Conti: il giudice fa ampio uso del potere riduttivo in presenza di un’assicurazione di responsabilità civile che, in sede civile, ha tenuto indenni gli assicurati dall’obbligo di risarcire il danneggiato, riducendo quindi, all’origine della controversia, l’esborso da parte dell’ amministrazione di appartenenza Mentre la responsabilità civile extracontrattuale riguarda i […]

Alcuni amministratori pubblici vengono condannati dalla Corte dei Conti per la disinvolta, insistita negligenza nel curare la “cosa pubblica”

Alcuni amministratori pubblici vengono condannati dalla Corte dei Conti per la disinvolta, insistita negligenza nel curare la “cosa pubblica”, verso la quale si sarebbe dovuto avvertire la stessa diligenza che il bonus pater familiae” usa nella conduzione degli affari “in re propria”: non si sono preoccupati che, in una vicenda di particolare clamore e di […]

Corte dei Conti: differenza fra fatto-condotta e fatto-evento ai fini della prescrizione

L’art. 1, c. 4 della legge n. 20/1994 ha attribuito alla Corte dei conti i giudizi di responsabilità amministrativo-contabile degli amministratori e dipendenti pubblici anche quando il danno sia stato cagionato ad amministrazioni o enti pubblici diversi da quelli di appartenenza La sentenza numero 17 del 6 febbraio 2007, emessa dalla Corte Dei Conti _ […]

Il compito della Corte dei conti è di controllare la conformità dell’attività amministrativa alla legge

Il compito della Corte dei conti è di controllare la conformità dell’attività amministrativa alla legge: l’attività discrezionale della P.A. è tenuta al rispetto sia dei limiti interni dell’azione amministrativa, individuati nell’interesse pubblico, nella causa del potere invocato e nei precetti di logica ed imparzialità, sia dei limiti esterni, correlati al canone del buon andamento fissato […]